La sicurezza del prestito sociale in Camst

Il prestito sociale è uno strumento che consente alle cooperative, società senza fini di speculazione privata, di finanziare le proprie attività e effettuare investimenti.
I soci di una cooperativa possono aprire un libretto di risparmio con un tetto massimo di deposito, usufruendo di un tasso vantaggioso e tanti comodi servizi come operazioni gratuite e nessuna spesa di apertura e chiusura conto.

Periodicamente il prestito sociale è protagonista di alcuni articoli sulla stampa che mettono in discussione la sua sicurezza.
In realtà gli strumenti di vigilanza esistono e in Camst vengono applicati in maniera rigorosa.
Le imprese cooperative sono soggette a controlli a tutela del prestito dei soci, così come le società per azioni, e hanno l’obbligo di presentare i bilanci a una società di revisione certificata.

Il Collegio sindacale redige semestralmente una relazione sul prestito sociale, attingendo dai dati di bilancio.

Il prestito sociale in Camst è sicuro perchè:
la liquidità ammonta a oltre 100 milioni, ben oltre il livello del prestito sociale che si attesta intorno ai 65 milioni di euro, tenendo conto che
le normative chiedono di garantire il 30% del valore del prestito.
Camst ha risorse pari al 155% del prestito sociale e quindi è in grado di restituire in tempi brevi l’intero valore depositato.

Camst nel mondo cooperativo ha una storia di oltre 70 anni e i suoi soci sono il più grande patrimonio.
Per questo motivo ha sempre attivato modalità di controllo severe al fine di garantire la solidità dell’impresa.