Check out the Latest Articles:

Martedì 22 novembre, si è tenuto l’evento di presentazione della ricerca finanziata da Camst “Uscire dalla violenza in tempo di crisi” presso la Sala Auditorium di Viale Aldo Moro 18 a Bologna.

Sono intervenute la Presidente di Camst, Antonella Pasquariello, la sociologa e giornalista Chiara Saraceno, la ricercatrice Giuditta Creazzo e molte altre personalità in prima linea nella battaglia contro la violenza di genere.

Proprio la violenza sulle donne era infatti il tema della ricerca uscita proprio nei giorni precedenti alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, tema dove Camst è attiva in prima linea attraverso l’assunzione di donne vittime di violenza e la distribuzione a tutti i dipendenti in questi giorni del vademecum “Exit – Uscite di sicurezza dalla violenza”

Maggiori dettagli saranno presenti nel prossimo numero del Refuso di dicembre, intanto se volete consultare la ricerca, è disponibile cliccando sulla locandina di seguito:

In questo numero del Refuso parliamo delle nuove sfide che ci attendono e del modo in cui vorremmo affrontarle. La nostra storia è fatta di questo: scommesse rivoluzionarie, intuizioni inaspettate per rispondere alle esigenze del mercato o superare momenti di crisi. Questa è da sempre il nostro racconto di cui, in questi mesi, stiamo scrivendo un ulteriore capitolo.
Efficienza, innovazione e produttività, da una parte, responsabilità sociale, benessere dei soci e delle comunità in cui operiamo, dall’altra.
Un nuovo numero del Refuso per presentarvi, quindi, le novità di Camst. Buona lettura a tutti. 

 

La rete europea contro la violenza sulle donne WAVE in collaborazione con D.i.Re, nell’ambito della campagna Step Up! lancia un concorso di video per giovani contro la violenza

a oggi è accessibile dalla pagina del blog il collegamento, cliccando sul banner rosso a destra dello schermo, che rimanda al nuovo portale delle convenzioni per i soci Camst

possibilità di accedere ad un prestito per l’acquisto dei libri scolastici per i figli che frequentano una scuola superiore, sia liceo che istituto tecnico o professionale.

Con la riunione dei primi di agosto il Consiglio di Amministrazione ha dato il via al terzo Progetto di Solidarietà, che prevede l’erogazione di buoni della società Day Ristoservice per l’acquisto di prodotti alimentari oppure di servizi per la scuola o spese odontoiatriche